logo per la stampa
LUBE NEWS

Come funziona la lubrificazione a ricircolo di olio?

Tecnologie di lubrificazione a ricircolo di olio anche per raffreddare cuscinetti e ingranaggi

26 NOVEMBRE 2019

Nei macchinari che operano a velocità elevate, i cuscinetti sono sottoposti a forti sollecitazioni meccaniche che producono calore e causano un forte aumento della temperatura che può mettere a repentaglio la corretta operatività del sistema.

La consapevolezza di queste problematiche ha portato a progettare una tecnologia specifica per la lubrificazione a ricircolo di olio, che consente di lubrificare e allo stesso tempo raffreddare i cuscinetti o gli ingranaggi.

Il ricircolo prevede un flusso di olio ai punti di lubrificazione, con un controllo della quantità e della temperatura del fluido. Tramite una pompa elettrica il lubrificante è portato nella linea principale, dove il flusso dell’olio viene misurato e regolato. Quando l’olio attraversa il punto da lubrificare agisce non solo come lubrificante, ma elimina anche il calore creato dal cuscinetto o dell’area da lubrificare. Al contrario dei sistemi di lubrificazione a perdere, il lubrificante attraverso un tubo di ritorno circola dal cuscinetto alla stazione di pompaggio in cui è filtrato e raffreddato tramite scambiatori di calore, prima di essere iniettato nuovamente ai punti di lubrificazione per essere riutilizzato.

Nello specifico il controllo del flusso viene effettuato grazie all'utilizzo di un misuratore e regolatore di portata volumetrico che monitora costantemente l’avvenuta lubrificazione. La natura volumetrica del satellite rotante del misuratore permette di conoscere il volume esatto in fase di erogazione e, combinata a un sistema servo motore, consente allo stesso di mantenere i parametri di flusso esatti, anche se vi sono variazioni di pressione o di viscosità (a causa di variazioni di temperatura).

 


Tutto questo garantisce un controllo completo da remoto del sistema (impostazioni e monitoraggio) e la conseguente riduzione degli interventi manuali. Un'altra innovazione di tale dispositivo è la capacità del flusso di bypassare il modulo di misurazione permettendo la rimozione dell'unità senza il bisogno di spegnere il sistema.
Questo genere d’impianto si completa con l’installazione di un dispositivo di controllo pensato ad hoc per il monitoraggio per fornire una diagnostica in remoto e garantire che il sistema di ricircolo dell'olio funzioni sempre al massimo dell'efficienza.

I settori applicativi: dalle macchine utensili alla produzione di energia

Il
ricircolo di olio è utilizzato su macchine
con molti punti da lubrificare, come
 cartiere, macchine utensili, macchine da
stampa,
 e favorisce un aumento generale della velocità di
lavoro e delle prestazioni oltre a rendere possibile la regolazione e il
controllo dell’erogazione di ogni punto.

Oltre a questi settori i sistemi di
lubrificazione a ricircolo
si prestano all'installazione su impianti che
trasformano il calore in elettricità ed energia termica da fonti
rinnovabili (es. biomassa, energia geotermica, solare) o dal calore di
scarto creato dai processi industriali, dai motori e dalle turbine a gas. L’installazione
su questo tipo d’impianti permette di lubrificare e raffreddare i
cuscinetti ad alta velocità, e l’albero di pompe e turbine utilizzato
per convertire il calore in energia elettrica.

 
Vuoi sapere di più sui
prodotti e servizi DropsA?
Contattaci
Rimani aggiornato
sui nostri nuovi articoli.
Iscriviti alla Newsletter
NEWS
  1. FlowMASTER Read more >
RELATED PRODUCT
  1. Fact CONTROLLER Read more >